Aprile Dolce Dormire: Come combatto il Mal di Primavera!

Per me il mese di Aprile è il peggior mese dell'Anno. Che sia chiaro: io odio l'Inverno ed amo la Primavera, che è indiscutibilmente la mia stagione preferite. Ma, e c'è un piccolo (ma grande) ma... In primavera io sono distrutta. Sfinita, stanchissima, un vegetale che deambula. Le giornate si allungano, il freddo si attenua e le temperature si alzano. Adoro tutto questo. Adoro sentire il tepore del sole tiepido sulla pelle e sentire gli uccellini cinguettare. Ma vuoi il cambio dell'ora e dei ritmi, vuoi gli ormoni o che ne so... Io passerei le mie intere giornate a letto. A dormire. Poltrirei tutto il giorno sul divano e se me lo potessi permettere non andrei neanche a lavorare. Sbadiglio tutto il giorno e mi passa la voglia di fare qualsiasi cosa.

Ovviamente tutto ciò è impensabile e mi crea molto nervosismo. Quindi mi impongo di essere attiva tutto il giorno e di non lasciarmi andare a questa apparente stanchezza. Metto in pratica delle semplici regole che mi sono data per fare in modo che le giornate ed il mio poco tempo libero non sia completamente buttato via. Inoltre, quando la Primavera inizia, inizia anche la mia allergia ai pollini e, dal momento che gli ormoni sono in subbuglio, si accentua notevolmente la mia ansia generalizzata, creandomi degli attacchi di panico quasi continui. Insomma, nonostante sia senza dubbio la mia stagione preferita, ho sicuramente bisogno di un periodo di adattamento. Innanzitutto imposto la sveglia sempre alla stessa ora, ogni giorno. Sia che io debba andare al lavoro sia che io abbia la mattinata libera. In questo modo, anche se faccio una fatica bestiale ad alzarmi, riesco a darmi dei ritmi stabiliti. Cosa più importante di tutte, quando suona la sveglia cerco di alzarmi con un sorriso. La frase che mi ripeto più spesso è "La Felicità è una Scelta", di conseguenza sono io che scelgo se essere felice o se farmi avvolgere dal vortice dell'ansia e della stanchezza. Chi soffre di attacchi di panico sa che c'è sempre un buon motivo per stare male, ma sa anche che è la nostra testa a comandare il nostro benessere. Quindi ripetersi più volte qualche frase positiva è un buon modo per autoconvincersi.

Non mi abbandono mai a pisolini pomeridiani. Anche se mi sento le gambe e la testa pesanti e mi sento poco concentrata, cerco di spostare il mio pensiero su altro. Dormire al pomeriggio, in questi casi, mi fa sentire ancora più stanca e spossata.

Diminuisco la quantità di caffè che solitamente consumo durante l'inverno ed inizio a raddoppiare la dose di Magnesio puro che normalmente assumo. Bevo almeno due litri e mezzo d'acqua al giorno e mangio in modo sano e leggero. In questo modo non mi sento appesantita dal cibo ed evito di sforzare e stancare il mio corpo con digestioni esagerate. Ho infatti scoperto che il corpo, per attuare la digestione, impiega tantissime energia e di conseguenza si stanca. Se io sono già stanca e spossata, far stancare ancora di più il mio corpo è assolutamente sconsigliato.

Cerco di non fissarmi su tutti i sintomi che il mio corpo ha. Mal di testa frequenti, spossatezza, piccoli giramenti di testa che in questa stagione sono assolutamente normali. Chi soffre d'ansia la maggior parte delle volte è anche ipocondriaco, quindi iniziare a fissarsi sui piccoli malesseri è pericoloso per la mente. Da un innocuo giramento di testa si crea un vortice di panico assurdo! Mi prendo del tempo per me stessa, da dedicare alle cose che più amo. Mi chiudo nella mia stanzetta, lavoro al blog, registro qualche video, sistemo i vestiti e via dicendo. Leggo un buon libro. Mi impongo di uscire a passeggiare tra la natura, magari da sola in modo da riuscire a staccare la mente dal lavoro e dai pensieri. Cerco di rilassare così il mio corpo, in modo tale sentirmi si stanca, ma in modo sano. Cerco di non stare al computer per troppo tempo e di uscire a camminare nelle ore più tiepide. Magari porto con me la macchina fotografica e cerco qualche isprazione.

Mi circondo di fiori e di profumi freschi. Prediligo i colori pastello che mi creano armonia mentale e mi rilassano. Cerco di concentrarmi su tutte le cose che faccio, trovando entusiasmo in ognuna di loro. Dalla più piccola alla più grande. Se mentre si fa qualcosa si attiva la concentrazione, allora tutto risulterà più semplice da fare. Non sempre è facile, perchè in questa stagione e con questo senso di spossatezza, concentrarsi diventa difficile, ma se ci riuscite poi il gioco è fatto.

Insomma, sono delle piccole e semplici regole che mi impongo di seguire (lo ammetto, qualche volta non ci riesco o mi risulta terribilmente difficile riuscirci), per superare questo inizio della bella stagione. Poi ci si abitua e tutti questi sintomi passano e poi arriva l'Estate e si sboccia totalmente. Voi invece come vivete l'inizio della Primavera? Anche Voi soffrite del cosiddetto Mal di Primavera?

{ Img Source Pinterest & We Heart It }

1 commenti:

Sofia Schiavon ha detto...

Bel post! Brava!!! La felicità è 1 scelta e bisogna essere padroni della propria vita, reagire e non lasciarsi abbattere xkè la vita è troppo breve e bella x farsi travolgere dagli eventi brutti!!! Lanci 1 ottimo messaggio! Ti stimo...:-P

Posta un commento